ADATA lancia i Solid State Drive ultrasottili, anche per server

ADATA ha presentato i suoi dischi SSD allo stato solido ultrasottili della serie SX900 e la versione per server, chiamata SX1000L, dalle caratteristiche tecniche all'avanguardia

ADATA, azienda leader nella produzione di memorie DRAM ad elevate prestazioni e di prodotti basati su tecnologia NAND Flash, ha annunciato che la propria intera gamma di soluzioni Solid State Drive è diventata più sottile e leggera. Con uno spessore di soli 7mm, gli attuali e futuri modelli di SSD di ADATA sono adatti all’utilizzo in sistemi dal design sottile e negli Ultrabook. Lo spessore standard per unità da 2,5 pollici è pari a 9,5mm. Il trend di mercato, indirizzato verso sistemi notebook sempre più sottili e leggeri, ha influenzato il design di vari componenti, specialmente i dispositivi di storage. I nuovi SSD di ADATA da 7mm riducono lo spessore del 26% senza alcun impatto sulle prestazioni in termini di velocità, sulla capienza o sulla loro durata nel tempo, rimarcando la determinazione di ADATA di mantenere una leadership nel settore attraverso un’attenta diversificazione della propria offerta di prodotti. I nuovi SSD vengono forniti con sostegni di plastica, così da poter essere comunque utilizzati anche in slot predisposti per unità con spessore di 9,5mm. La disponibilità di form factor più sottili conferma l’intenzione di ADATA di rimanere un leader di mercato nella produzione di soluzioni solid state drive. Per ulteriori informazioni consigliamo di visitate il sito dell’azienda.

Aggiornamento firmware per i nuovi SSD ADATA

Inoltre ADATA ha dato la disponibilità di un nuovo aggiornamento firmware per i propri SSD basati su controller della famiglia SandForce 2200. Questo aggiornamento è compatibile con i modelli SX910, SX900, SP900, SP800, S511, S510 e S396, in grado di correggere alcuni problemi legati alla gestione della tecnologia TRIM oltre a migliorare la stabilità complessiva durante il funzionamento. I client che desiderano aggiornare il firmware del proprio SSD devono andare a questo indirizzo, scaricare i file compresso Firmware 5.0.7a ed estrarne il contenuto. Fatto questo, dovranno scaricare ed eseguire con privilegi di amministratore il file ADATA_FieldUpdater.exe. Questa procedura di upgrade è compatibile con i sistemi operativi Windows 8/7/Vista/XP, Fedora Core 12 a 64-bit e Fedora Core 14 a 32-bit. Non è supportata con sistema operativo Mac OS. ADATA raccomanda ai propri clienti che sono possessori di uno degli SSD sopra indicati di aggiornare il firmware alla versione più recente disponibile.

ADATA Solid State Drive ultrasottili

SSD di ADATA anche per i server: presentata la linea SX1000L

ADATA entra nel settore dei Solid State Drive anche per sistemi server con la linea SX1000L, prestazioni di classe enterprise e stabilità nel tempo abbinate alla qualità delle soluzioni ADATA. Questa rappresenta la prima offerta di ADATA nel settore delle soluzioni server, dopo che da tempo l’azienda ha maturato una solida presenza nel settore degli SSD per il mercato consumer. Sfruttando l’esperienza maturata nel mercato delle memorie NAND flash, ADATA enfatizza la stabilità nel tempo e le capacità nelle prestazioni dei modelli SX1000L. Questi SSD utilizzano tecnologie di static wear-leveling tali da incrementare l’MTBF, il tempo medio che trascorre prima che si possa verificare un danneggiamento dell’unità, sino a 1.500.000 ore, assicurando quella stabilità di funzionamento nel lungo periodo che è richiesta in sistemi di calcolo di elevata densità oltre che per installazioni server ad alto carico di lavoro. Disponibile in form factor SATA standard da 2,5 pollici, SX1000L implementa tecnologie di controller avanzate per assicurare migliori prestazioni in lettura e scrittura dei dati. La velocità di lettura sequenziale raggiunge i 560 MB/s, mentre il valore in scrittura tocca un picco di 340 MB/s; gli IOPs sono pari a 73.000 e 45.000 quale massimo rispettivamente per letture e scritture di dati 4K random.

SSD ADATA server SX1000LL’utilizzo di memorie NAND Flash multi-level cell (MLC), abbinata ad una accurata selezione dei chip Flash, assicura prestazioni elevate, ridotta latenza e superiore durata nel tempo. Un sistema avanzato di prevenzione dei dati in caso di perdita di corrente, procedure di monitoraggio dell’unità SSD attraverso comandi SMART e possibilità per l’utente di gestire in modo flessibile l’over-provisioning sono caratteristiche che permettono a SX1000L di spiccare tra i vari prodotti concorrenti disponibili sul mercato. La write endurance particolarmente lunga, unita alla garanzia di ben 5 anni, rende SX1000L adatto all’utilizzo in sistemi server per applicazioni web o VOD (Video on demand). ADATA SX1000L fornisce un superiore livello di over-provisioning con una gestione più efficiente della compressione dei dati di quanto tipicamente messo a disposizione dai controller utilizzati in soluzioni SSD. Dato che nell’utilizzo di tutti i giorni la maggior parte dei dati risulta essere comprimibile, questa caratteristica implica importanti miglioramenti in termini di prestazioni, durata e stabilità nel tempo. Gli SSD SX1000L saranno commercializzati in versioni dalla capacità di 100GB e 200GB. Per ulteriori informazioni si visiti il sito dell’azienda.

ADATA lancia i Solid State Drive ultrasottili, anche per server ultima modidfica: 2013-04-15T10:25:15+00:00 da Electropage
Potrebbe interessarti

Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione.
Scorrendo questa pagina senza modificare le impostazioni dei cookie, cliccando su un
elemento o su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi