Android L, anteprima e prime impressioni

Android L è già disponibile in download di prova, numerose sono le novità introdotte da Google, tra cui spicca la nuova interfaccia Material Design

Come in molti sapranno, negli scorsi giorni si è tenuto il Google I/O 2014. Nel corso della presentazione sono stati presentati tantissimi prodotti e tantissime novità. Fra tutti quelli presentati sul palco del Moscone Center di San Francisco arriva Android L, rivisitazione massiccia di quello che era un prodotto che seguiva un canovaccio abbastanza standard dall’arrivo di Android 4.0.

Abbiamo avuto la possibilità di provare Android L, installabile al momento solo su Nexus 5 e 7 (nel link precedente trovate la guida all’installazione di Android L), che non ha ancora un nome ufficiale in quanto disponibile attualmente sono per gli sviluppatori (probabilmente sapremo il vero nome solo a ridosso della presentazione, anche se rumors ci dicono che il nome potrebbe essere Lemon Cake). A nostro parere Android L appare straordinariamente stabile ed usabile e le novità grafiche sono davvero moltissime: lock screen rinnovato con notifiche, nuove impostazioni, ore di quiete, barra delle notifiche e toggle completamente rivisitata, opzioni per il risparmio energetico, nuova schermata app recenti, nuovo dialer, nuova calcolatrice e l’elenco potrebbe continuare. Da menzionare anche l’assenza della Galleria a favore di Foto, che in pratica è la nuova gallery predefinita di Android L.

Android LLa novità che pesa maggiormente fin dal primo utilizzo del nuovo Android L è senza dubbio lo stravolgimento dell’interfaccia grafica. Holo ha ormai fatto il suo tempo, Material Design è il nome dell’interfaccia utilizzata da Google che porta all’interno dell’intera UI una ventata di aria fresca, se vogliamo anche molto più colorata e, in linea di massima, più coinvolgente. Se fino alla versione di KitKat siamo stati abituati ad utilizzare Android in modo abbastanza diretto, con azioni contenute in schede, tasti ed elenchi abbastanza classici e caratteristici, nel nuovo Android L il tutto è stato riconcepito.

E’ anche stato rivoluzionato il menu della batteria che ora introduce per ogni voce un analisi approfondita di consumo effettivo, calcolato, reale e capacità effettiva della batteria. Introdotto come annunciato il risparmio energetico attivabile una volta raggiunta una soglia di carica rimanente o in qualsiasi circostanza. Introdotta anche la stima temporale per determinare la ricarica completa: in poche parole Android L ci indicherà quanto tempo sarà necessario affinché il telefono sia completamente carico.

I tasti di interazione principale si trasformano in semplici forme geometriche: il back è rappresentato da un triangolo, l’home da un cerchio e il nuovo tasto “recent” sostituisce quello del multitasking con un quadrato. Nello specifico, la nuova schermata recent mette insieme le ultime applicazioni utilizzate e i tab di chrome aperti: una scelta che ci pare intelligente visto quanto è importante chrome e in generale la navigazione web su tablet e smartphone.

Le notifiche cambiano forma estetica e si uniformano alla metafora del Material Design presentandosi in diversi pannelli separati che reagiscono all’interazione restringendosi e ampliandosi: sono ovviamente più che mai interattive e sono ora presenti anche nel lock screen, novità sicuramente gradita.

Come ci aspettavamo ART sostituisce definitivamente Dalvik come runtime di sistema, per cui da adesso in poi il sistema operativo sarà più veloce grazie a nuovi metodi di compilazione del codice e al tempo stesso consumerà molta meno energia consentendo una durata maggiore della batteria. Grazie a tutto ciò, adesso anche Android L ha la possibilità di girare a 64 bit, seguendo a ruota Apple, che fece tale passaggio l’anno scorso. Il software attualmente è disponibile in Developer Preview e raggiungerà la sua versione definitiva in autunno. Rappresenterà una novità interessante e di rottura con il passato, un pò come successe con iOS 7 di Apple.

Android L, le 10 novità più interessanti

Android L, anteprima e prime impressioni ultima modidfica: 2014-07-11T15:44:06+00:00 da Electropage
Potrebbe interessarti

Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione.
Scorrendo questa pagina senza modificare le impostazioni dei cookie, cliccando su un
elemento o su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi