Le novità più interessanti: USB Dockingstation per Samsung Galaxy S3 Cerchi ricambi per iPhone? Rivolgiti a sifar.it Casino-rivista.it

Caratteristiche delle APU AMD Trinity con Radeon HD 7000

Ecco le nuove APU AMD Trinity: architettura Piledriver a 32 nm, Radeon HD 7000 e prezzi a partire da 60 euro, sono disponibili in versione A4, A6, A8 e A10 dual e quad-core con frequenza di base che raggiunge ben 4,2 Ghz

Condividi
Pubblicato il 30 ottobre 2012 in Hardware

E’ già passato un mese da quando sono uscite sul mercato le nuove CPU della AMD, rinominate dalla stessa azienda, APU Trinity (Accelerated Processing Unit, in Italiano unità d’elaborazione accelerata). Queste nuove CPU sono suddivise in quattro tipi di processori, A4, A6, A8 e A10, con prezzi che variano dai 60 e 130 dollari. Questi  prodotti sono basati sull’architettura Piledriver, che è l’evoluzione di Bulldozer, ovviamente saranno disponibili anche i processori della serie K, cioè quelli con il moltiplicatore sbloccato.

Le nuove APU AMD Trinity sono disponibili in versione dual e quad-core, con frequenze base che oscillano da 2,4 a 3,8 GHz e da 3,7 a 4,2 Ghz in modalità Turbo Boost. La notizia interessante è però che le APU in questione, integrano una GPU della serie Radeon HD 7000 e il socket è l’AMD FM2. La GPU in questione è una derivazione dell’architettura Southern Islands a 28 nm, uscita sul mercato durante la prima parte di quest’anno. La GPU di Trinity è basata su architettura VLIW-4, fin ora disponibile solo sulla serie Radeon HD 6900.

amd trinityLe APU della famiglia Trinity a 32 nanometri dovranno confrontarsi con quelle a 22 nanometri diIntel, le Ivy Bridge, la nota azienda infatti ha stipulato un contratto con la Samsung, in modo da sincronizzare la produzione di chip basati sul processo produttivo delle 28nm HKMG low-leakage (high-k metal gate), chiamato 28nm-LPH. In questo modo la Globalfoundries e la Samsung saranno in grado di realizzare chip a 28 nanometri in tempi minori e con minori risorse, nonostante le prestazioni siano più elevate rispetto al passato.

AMD_TrinityCon le nuove APU, AMD fa numerosi passi avanti rispetto alla concorrenza e prosegue il tragitto intrapeso anni addietro, diretto alla realizzazione di processori più integrati e votati alla parallelizzazione. Una scommessa che sembrava impossibile da vincere per l’azienda, ma che proprio in quest’ ultimo anno ha cominciato a dare risultati: l’evoluzione dei programmi più diffusi e la diffusione di OpenCL e OpenGL sta infatti cominciando a ripagare gli sforzi fatti da AMD, che in alcuni casi, riesce a fare meglio di Intel, su hardware con la stessa fascia di prezzo. Uno dei più grandi vantaggi che ha AMD, è che i suoi software sono sempre più parallelizzati, cioè capaci di utilizzare al pieno i suoi core, in quando sono ottimizzati meglio rispetto al passato.


Questo dà all’azienda un enorme vantaggio, in quanto è possibile offrire molti più core a parità di prezzo. Intel invece, possiede una migliore efficienza energetica, pur non avendo sofftware meno parallelizzati, che non sfruttano a dovere tutti i core che si hanno a disposizione. La diffusione di OpenCL e OpenGL mette inoltre in vantaggio la grafica integrata di AMD, che è nettamente più potente. Ma ovviamente, non è detto che AMD abbia già vinto la battaglia, in quanto usciranno dalla concorrenza sicuramente CPU nettamente più potenti e performanti in breve tempo.

Electropage.it è un sito di attualità tecnologica, tutti gli argomenti sono trattati in maniera tecnica e approfondita. Se vuoi unirti anche tu alle persone che ci seguono, iscriviti ai nostri canali social, alla newsletter settimanale e ai feed rss.
76
Subscribers
362
Followers
73
Followers
146
Subscribers
Articoli correlati

Lascia un commento