Lo standard Pal, Hd Ready e Full Hd

Lo standard Pal, Hd Ready e Full Hd: caratteristiche tecniche di questi standard delle Tv

Le Tv ad alta definizione stanno ormai sostistuendo i nostri vecchi schermi a tubo catodico. Le case produttrici stanno spingendo i loro prodotti al massimo affinchè questo succeda nel minor tempo possibile. Tutto questo veloce cambiamento sta però causando grossi disorientamenti agli utenti che si apprestano ad acquistare una Tv ad alta definizione. Di seguito verranno descritte le caratteristiche dei nuovi segnali Hd ma per farlo si dovrà introdurre il segnale PAL che costituisce il nostro termine di paragone e la base che ha permesso la nascita del segnale Hd. Il segnale ad alta definizione è infatti un’evoluzione del segnale PAL ancora attualmente in uso.

Il segnale PAL nasce nel 1950, allora utilizzato su piccole televisioni a tubo catodico. Esso sta per linea a fase alternata ed è composto da 25 fotogrammi al secondo, ciascuno composto da 625 linee orizzontali di scansione. La scansione del quadro, nella tecnologia PAL, avviene in modalità interlacciata, cioè ogni fotogramma viene diviso in due semiquadri uguali (ciascuno formato da 312,5 linee). Ogni semiquadro ha il compito di visualizzare le linee pari e l’altro le linee dispari in modo alternato e ad un intervallo di 20 millisecondi. Questo rendeva l’immagine poco nitida in quanto tra le scansioni c’era uno scarto temporale seppure lieve. Però, al tempo, era la soluzione migliore in quanto si disponeva di una banda limitata a causa della scarza tecnologia dell’epoca.

Va considerato poi il fatto che delle 625 linee solo 575 sono le attive, cioè quelle che effettivamente servivano per la visualizzazione delle immagini (le altre linee servivano per la codifica e per l’eventuale televideo). Con l’avvento del Dvd e la digitalizzazione del segnale, lo standard PAL è stato rivisto. Il quadro venne digitalizzato con una frequenza di campionamento di 13,5 MHz e la risoluzione arrivava a 720×576 punti (adottata dal Dvd Video). Però con il successo dei pannelli Lcd e Plasma di grandi dimensioni che supportano risoluzione sempre più elevate e la nascita del formato 16:9 ha posto un serio limite alla tecnologia PAL. Questa infatti non era più sufficente per visualizzare immagini su schermi di grandi dimensioni: serviva un formato che supportasse più linee di scansione e risoluzioni più elevate.

Ecco perciò la nascita dell’alta definizione. Questa tecnologia per il momento si può suddividere in due settori: Hd Ready e Full Hd. Le Tv Hd Ready supportano una risoluzione massima di 1280×720. Questa tecnologia supporta fisicamente 720 linee a scansione progressiva e viene rappresentata per comodità con la scritta 720p. Le Tv Full Hd invece sono utilizzate per la visualizzazione di segnali ancora più definiti. Essi dispongono di 1080 linee con una risoluzione massima raggiungibile di 1920×1080 sia in modalità interlacciata (1080i), sia in modalità progressiva (1080p). La frequenza di refresh per l’Europa è di 50 Hz per entrambe.

Queste due architetture sono oggi quanto di meglio si possa avere in termini di risoluzione massima e di nitidezza delle immagini. Il segnale digitale viene recepito dal televisore tramite un’apposita porta Dvi o Hdmi che permette al segnale di viaggiare sempre in modo digitale. Si evitano così le conversioni in analogico che rovinerebbero la qualità dell’immagine. Il segnale viene poi condotto ad un chip chiamato Hdcp che è un chip di sicurezza che serve per la visione ad alta definizione di contenuti protetti. Praticamente tutela la copyright dei prodotti delle grosse case produttrici. Purtroppo questo settore è sempre in rapida evoluzione e chi ha acquistato un monitor Hd qualche anno fa, non dispone di questo chip (di scarsissimo valore economico) e se proverà a vedere un filmato protetto ad alta definizione si accorgerà che sarà impossibile farlo.

Incredibilmente infatti su vecchi (per modo di dire!) Tv Hd non è possibile acquistare questo chip di sicurezza neanche a parte. Tutto ciò rende impossibile vedere filmati ad alta definizione su queste Tv. Attualmente tutte le Tv con il marchio Hd Ready e Full Hd in commercio dispongono di questo chip. Consiglio a chiunque sia interessato ad acquistare uno schermo ad alta definizione di orientarsi su quelle Full Hd. Infatti le Tv che supportano lo standard Full Hd, seppure più costose, consentono risoluzioni più elevate e sono tecnologicamente più recenti. Probabilmente infatti le versioni Hd Ready, che attualmente sono sempre più scontate, tra qualche periodo non saranno più sul mercato, sostituite da modelli sempre migliori. L’evoluzione in questo settore è tremenda e bisogna attentamente valutare che cosa acquistare visto che il costo di questi dispositivi è abbastanza elevato.

Lo standard Pal, Hd Ready e Full Hd ultima modidfica: 2011-05-04T12:44:42+00:00 da Electropage
Potrebbe interessarti

Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione.
Scorrendo questa pagina senza modificare le impostazioni dei cookie, cliccando su un
elemento o su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi