Pubblicità online, le alternative a LinkWeLove

LinkWeLove era un servizio di pubblicità online che permetteva agli editori di inserire contenuti pubblicitari extra interessanti per il lettore

LinkWeLove era una piattaforma di marketing di contenuti e pubblicità online, aperta a tutti gli utenti che producevano contenuti di qualità su internet, agli editori e ovviamente agli adviser di tutti i settori. Quando vengono visualizzati contenuti sponsorizzati all’interno dei contenuti offerti da un sito web, molto spesso c’è un’agenzia di marketing dietro che tramite algoritmi proprietari intercetta i gusti dell’utente e visualizza pubblicità mirate per ciascun visitatore. Link We Love basava il suo principio di funzionamento sulla raccomandazione di contenuti extra tramite un algoritmo proprietario di nome LoveRank che inserzionava automaticamente contenuti promozionali con argomenti simili a quelli trattati dal sito ospitante.

Questi contenuti promozionali extra che rimandavano a siti terzi, difatti non invadevano di pubblicità il sito ospitante ma ne ampliavano i contenuti con degli approfondimenti che potevano persino interessare il lettore. Inoltre i link in uscita erano tutti con attributo “nofollow” per non correre rischi di penalizzazione dai motori di ricerca. LinkWeLove fu subito un successo in Italia, oltre 300 editori grandi e piccoli lo inserirono fra i propri contenuti online, anche tramite widget per chi usava WordPress come piattaforma di pubblicazione. Non servivano conoscenze specifiche, bastava incollare il codice, modificare i colori a piacimento delle inserzioni ed il gioco era fatto.

Sul fronte dei pagamenti offerti da Link We Love, il CTR (la percentuale di clic) variava tra il 2 e il 7% con un minimo di 8 centesimi per clic. La forza del servizio era la possibilità di inserirlo in contemporanea con Google AdSense in quanto non violava le regole di quest’ultimo. Ciò garantiva un’entrata extra agli editori che si sommava alla classica pubblicità di AdSense ed in più ampliava i contenuti del sito offrendo inserzioni di qualità. Qui trovi maggiori informazioni su Link We Love. Purtroppo LinkWeLove è stato chiuso, ma ci sono ancora ottimi servizi pubblicitari per gli editori che operano sul web. Vediamo le alternative a LinkWeLove più interessanti.

Le alternative a LinkWeLove

Innanzitutto partiamo dal servizio più famoso ossia Google AdSense appunto, la cui piattaforma dà la possibilità a qualsiasi utente di inserire annunci pubblicitari sul proprio sito web, sia essi testuali o banner grafici, che possano interessare il lettore e generare clic. Questo tipo di servizio è chiamato perciò CPC (costo per clic), per ogni clic sull’annuncio Google riconosce un piccolo compenso che può variare in base a moltissimi fattori a va da pochi centesimi a diversi euro per clic. Ci sono rigide regole da rispettare sia sui contenuti editoriali in cui è possibile inserire gli annunci sia su ciò che gli circonda, come ad esempio servizi pubblicitari di terze parti che spesso non sono compatibili con AdSense. In alternativa ci sono sistemi di affiliazione molto famosi messi a disposizione da colossi come Ebay ed Amazon che a differenza di Google lavorano sulle vendite, il sito ospitante riceve un compenso per ciascuna vendita online andata a buon fine.

Un’altra interessante alternativa tutta italiana è PayClick, un servizio che offre soluzioni sia con CPC ma anche con CPL, CPM e DEM (email marketing) con buoni margini di guadagno per gli editori. Andando oltreconfine troviamo BuySellAds un’altra piattaforma pubblicitaria questa volta inglese ormai diffusa anche in Italia, che consente di acquistare o vendere spazi pubblicitari, tweet e impressioni, garantendo alta sicurezza e un utilizzo molto semplice. Il servizio offre soluzioni per ogni area: la suddivisione dei siti in schede offre una panoramica delle proposte e dei dati corrispondenti come la quantità di impressioni, i prezzi dei banner fissi a seconda delle dimensioni e, soprattutto, il numero mensile di visitatori. La transazione viene quindi gestita da BuySellAds, che richiede una commissione del 25% e consente una previsione delle entrate. Questi sono solo alcuni dei servizi pubblicitari disponibili, insomma LinkWeLove ha chiuso ma esistono ancora valide alternative.

Pubblicità online, le alternative a LinkWeLove ultima modidfica: 2019-11-13T16:09:45+00:00 da Electropage

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per una migliore navigazione.
E' possibile abilitare e disabilitare i cookie in qualsiasi momento. Cliccando su "Accetta"
permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni sui cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi