Strisce LED: tipologie, caratteristiche e vari utilizzi

L'illuminazione tramite LED permette di coniugare un'ottima luminosità, un basso consumo ed un'ampia disponibilità sugli shop online di strisce LED. Inoltre è possibile comandarle a distanza usando la rete WiFi

L’illuminazione tramite strisce LED sta prendendo sempre più piede all’interno delle abitazioni italiane. Questo tipo di illuminazione, che nel recente passato era utilizzata perlopiù negli Hotel e nei negozi, piace molto perchè coniuga un’ottima capacità di illuminazione, piccolo ingombro, diversi tipi di controllo e soprattutto gran risparmio in termini di consumo elettrico. Le strisce LED adottano appunto il LED come fonte luminosa, ormai famoso e sempre più utilizzato grazie alla sua elevata luminosità, basso consumo e bassa dissipazione di calore. Ce ne sono di diversi tipi, luminosità e colori. I LED più utilizzati nelle strisce LED sono gli SMD 5050 ed SMD 3528. I primi sono più grandi e più luminosi ma leggermente più costosi.

Oltre alla dimensione può variare anche il numero di LED per metro presente su una striscia, ovviamente più LED ci sono e maggiore è la luminosità. Per quanto riguarda il colore, esistono diverse tipologie disponibili oggi sul mercato, tra le più importanti troviamo la classica striscia LED White e Warm White e le RGB, che offrono diverse combinazioni di colori partendo da 3 colori principali (Red – Green – Blue). Ogni tipo di striscia LED più essere comandata a distanza, accendendo e spegnendo i LED, aumentando e diminuendo al luminosità. Le strisce LED RGB dispongono anche di un controller che oltre a queste funzionalità, è in grado di variare anche il colore dei LED e offrire una serie di effetti di transizione e giochi di luce da un colore ad un altro.

Per quanto riguarda l’alimentazione, sono disponibili al momento negli shop online strisce a LED con queste caratteristiche: le strisce LED da 220V che possono essere collegate direttamente alla presa di corrente e non necessitano perciò di un trasformatore esterno. Poi troviamo le strisce LED da 12V o 24V a corrente continua, che sono le più diffuse, in questo caso è necessario un trasformatore per il collegamento alla corrente 220V alternata. Per ultimo troviamo le più piccole, le strisce LED a 5V che dispongono in genere di una porta USB per l’alimentazione per il collegamento diretto alla TV o al PC. Esistono poi le strisce LED per interno e per esterno, le prime non sono impermeabili mentre le seconde sono waterproof, realizzate con un sottile strato di silicone trasparente che copre la circuiteria e i LED, rendendoli ideali anche per l’uso all’aperto.

   

Potenzialità e tipi di utilizzo delle strisce LED

Dopo questa rapida panoramica sulle strisce LED passiamo ora alle potenzialità di utilizzo vere e proprie di questo tipo di illuminazione. Innanzitutto, a differenza delle vecchie lampade alogene, le strisce LED sono facilmente comandabili a distanza ed offrono molte funzioni. I controller disponibili per questo tipo di illuminazione sono in genere delle piccole scatolette che, poste tra l’alimentazione e la striscia vera e propria, si interfaccia direttamente con essa e può accendere e spegnere, oppure modificare la tonalità di colore (per le strisce RGB), creare giochi di luce ed effetti particolari.

Questo tipo di controller in genere possono essere comandati anche a distanza tramite telecomando (esistono però anche controller più economici con tasti fisici e senza telecomando), oppure tramite WiFi. In quest’ultimo caso vanno connessi alla rete WiFi di casa in modo che siano gestibili da remoto tramite app per smartphone. Esistono diverse app per Android e iOS in grado di interfacciarci con il controller della striscia LED e comandare così l’illuminazione comodamente dal proprio smartphone.

Tra queste una delle migliori è senza dubbio Magic Home PRO che permette di impostare luminosità e gradazione di colore delle strisce LED con un semplice tap sul display. Inoltre quest’app è in grado di gestire il timer di accensione e spegnimento della striscia, i giorni di accensione e gli effetti di colore. Ultimamente con la diffusione dei sistemi di assistenza virtuale, come Alexa di Amazon e Google Home, che si stanno diffondendo negli ultimi tempi nelle case degli italiani, aumenterà molto probabilmente anche l’utilizzo per gli ambienti domestici delle strisce LED, che in questo modo potranno interfacciarsi direttamente con questi tipi di dispositivi ed essere controllati solamente con la voce.

Strisce LED: tipologie, caratteristiche e vari utilizzi ultima modidfica: 2018-11-02T19:21:16+00:00 da Electropage

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per una migliore navigazione.
E' possibile abilitare e disabilitare i cookie in qualsiasi momento. Cliccando su "Accetta"
permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni sui cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi