The Sims 3

The Sims 3, caratteristiche recensione immagini e nuove funzioni del videogioco.

Terzo capitolo della saga che in assoluto ha totalizzato il maggior numero di copie vendute su piattaforma PC: offre una vera e propria città in stile free roaming, visitabile senza stacchi e più rilevante all’interno del gameplay di quanto non fosse nei due capitoli precedenti. Il videogame è disponibile sia per Pc che per Mac e, novità, anche per iPhone. In meno di una settimana, The Sims 3 ha scalato la classifica dei giochi più venduti su App Store e si è piazzato nelle prime tre posizioni insieme ad altri due titoli di EA mobile che sta finalmente mostrando tutta la sua forza.

Per chi non lo sapesse, The Sims 3 è un simulatore di vita reale nel quale si prende il controllo di un personaggio, il sim, con lo scopo di soddisfare i suoi bisogni e di farlo vivere nel modo migliore possibile. Naturalmente nessuno vieta di divertirsi a veder cadere in disgrazia il proprio sim. Il gioco inizia con la creazione del personaggio del quale bisogna scegliere il sesso, l’aspetto fisico (occhi e taglio di capelli) e l’abbigliamento.

È possibile cambiare anche la tonalità di colore dei capi d’abbigliamento, scarpe comprese. È prevista anche la selezione di una personalità di base la cui scelta influirà sulla vita futura del sim insieme ai tratti caratteristici. A seconda del carattere scelto, il nostro personaggio potrà essere più naturale nelle relazioni interpersonali oppure, al contrario, potrà diventare un lupo solitario. Oltre al consolidato successo del gioco per Pc, The Sims 3 rientra senza dubbio tra i giochi di qualità anche per iPhone e iPod touch e possiede una buona grafica e un’ottima colonna sonora. Tra i punti di forza anche l’ormai collaudata modalità di gioco che sembra non stancare mai gli appassionati. Per quanto riguarda i punti deboli, bisogna dire che le schermate di caricamento sono un po’ troppe e anche eccessivamente lunghe. Carente anche l’audio poiché si rimane senza gli effetti sonori in più di un’occasione. Non guasterebbe la possibilità di accelerare il passare del tempo, funzione che renderebbe meno noiose alcune fasi del gioco. Ma attenzione, in molti lamentano continui crash del gioco (ovviamente se avete il gioco diteci come va). Ad ogni modo non bisogna dimenticare che l’applicazione sarà aggiornata a breve con l’introduzione delle funzioni supportate da iPhone OS 3.0 come l’acquisto di nuovi oggetti per i sims o come la gestione della propria libreria musicale dallo stereo del gioco.

Passiamo adesso ad una curiosità riportata da Ivan Fulco de “La Stampa” che riguarda Robin Burkinshaw, studente di game design alla Anglia Ruskin University, Gran Bretagna, è il primo cronautore della storia della narrativa. Autore, perché è stato lui a creare Kev e Alice, due personaggi di The Sims 3, dando forma al loro aspetto, al loro carattere e rendendoli due senzatetto. Cronista, perché buona parte delle vicende che coinvolgono Kev e Alice non sono in realtà opera sua, ma vengono generate automaticamente dalla volontà dei due personaggi all’interno del gioco. «Questi sono Kev e sua figlia Alice. Vivono su un paio di panchine in un parco, sopravvivendo con i pasti gratuiti ricevuti a scuola o al lavoro, e l’occasionale vasetto di gelato preso dal frigo di un vicino. Kev è un uomo miserabile, un collerico, un disadattato. Inoltre non gli piacciono i bambini, ed è fuori di testa. Sostanzialmente è il peggior padre del mondo. Sua figlia Alice ha un cuore d’oro, ma è goffa e priva di autostima».

Da alcune settimane, Robin racconta la storia di Kev e Alice su un blog dedicato, giorno per giorno. Da quelle panchine al parco alla vita di tutti i giorni, dagli amici per caso alle occasioni di lavoro, sempre alla ricerca di qualcosa da mangiare o di un luogo dove dormire. Ma nessuno sa come andrà a finire. «A suo padre non piacciono i bambini – scrive Robin – quindi odia anche dormire accanto a lei. Ogni mattina, si sveglia sempre per primo e subito comincia a sbraitare, svegliando Alice e chiedendole di uscire dalla stanza. Ma Alice, giustamente, gli risponde che non si trovano in nessuna stanza». Da qui inizia una lunga vicenda di ordinaria anormalità. Alice che non rientra a “casa” da scuola, speranzosa di trovare un luogo in cui riposare. Le sue lunghe giornate lontana da Kev. Gli abitanti della città che la invitano in casa. Un divano su cui riposare, una doccia per lavarsi, un pasto caldo.

Tutto questo mentre Kev, ormai quasi totalmente folle, vaga per i dintorni del parco alla ricerca di qualcuno da amare. Ma senza successo. Poi, un giorno, accade qualcosa di nuovo. «Kev se ne esce con un nuovo scherzetto. Inizia ad avvicinarsi in silenzio ad Alice e a spaventarla. Così – scrive Robin – decido di mandarla al giardino della scuola per tenerla lontana dal padre. Ma dopo un sonnellino sulla panchina, lei scoppia a piangere di nuovo. Così sale su una giostra per bambini e aspetta lì. Ma il tempo passa in fretta, ben oltre il coprifuoco, e si ritrova con la polizia alla sua ricerca».«Accade spesso che Alice venga riportata a casa dal parco dalla polizia, dato che cerca sempre un posto dove dormire dopo il coprifuoco. Tuttavia, questa è la prima volta che Kev è a “casa” e sveglio. Quando Alice arriva, lui le si avvicina e la rimprovera. Ed è un evento che trovo sorprendente, perché non credevo che le interessasse di lei. Chiede alla figlia dov’e stata, e come sta andando a scuola. Aiuta persino Alice a fare i compiti». E la vita va avanti. Nel suo piccolo, la storia di Kev e Alice è il segno di una futura evoluzione tecno-artistica.Per la prima volta, un’opera narrativa si distacca dal suo creatore per evolversi in forma autonoma, dettata in primis da un’intelligenza artificiale, senza l’ausilio di altri intelletti umani.

Nessuno sa per certo cosa decideranno di fare domattina Kev e Alice. Nemmeno Will Wright, primo artefice del mondo di The Sims 3, colui che ha scritto i meccanismi che regolano questo mondo virtuale. Ma alla fine, poco importa. Questa è la storia di una vita normale, di due emarginati senza un passato e con un futuro incerto. E domani, come sempre, è un altro giorno virtuale. La Sims-mania è ricominciata!

Recensione a cura di Melablog.it

The Sims 3 ultima modidfica: 2011-05-05T08:07:02+00:00 da Electropage
Potrebbe interessarti

Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione.
Scorrendo questa pagina senza modificare le impostazioni dei cookie, cliccando su un
elemento o su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi